Gestione Integrata

GESTIONE  INTEGRATA DELLE MALATTIE DEL PAVIMENTO PELVICO

Il pavimento pelvico,  con le sue strutture muscolo-fasciali, abbraccia la parte terminale dell’ apparato digerente (con il retto e l’ ano), dell’ apparato urinario (con la vescica e uretra) e dell’ apparato genitale (con la vagina, utero e prostata); esso può andare incontro a malattie organiche (tumori, infezioni, infiammazioni, malformazioni congenite, ecc.) e a malattie funzionali (alterazione della funzione dell’ organo interessato).

 Perineo femminile

Generalmente ognuna di queste condizioni, data la complessità del distretto anatomico, richiede un approccio da parte di vari specialisti: il gastroenterologo, il colon-proctologo, l’ uro-ginecologo, ecc..
Tuttavia la maggior parte di queste malattie si avvale oggi di una gestione integrata tra i diversi specialisti, volta alla risoluzione del problema.

Questo vale soprattutto per la stitichezza cronica, l’ incontinenza anale ed urinaria,  i prolassi genitali ed anorettali, il prurito anale, le disfunzioni sessuali “organiche”  ed il dolore ano-perineale.
Del coordinamento integrato tra le varie specialità medico-chirurgiche (gastroenterologia, colon-proctologia, uro-ginecologia, riabilitazione e terapia fisica) di fatto se ne fa carico il pelvi-perineologo ( o specialista del perineo ), una figura professionale nuova, che oltre le proprie competenze specialistiche, programma e guida tutto il percorso diagnostico e terapeutico del paziente.
Da tutto ciò ne consegue che viene curata "la persona nel suo insieme" e non solo la malattia, badando quindi al suo benessere fisico ma anche psicologico  ed a tale scopo la terapia riabilitativa assume un ruolo centrale.